Gigabyte P57X v6

Gigabyte P57X v6: le specifiche
Il brand Gigabyte è ben noto agli appassionati di PC per le famiglie di schede madri e di schede video: quest’azienda è uno dei due top produttori di motherboard a livello mondiale, presente anche nel mondo delle schede video con soluzioni basate su GPU AMD e NVIDIA oltre che in quello delle periferiche da gioco con il brand Aorus. L’azienda di Taiwan da tempo ha sviluppato una gamma di notebook con modelli che spaziano dalle soluzioni ultraportatili ai modelli più imponenti destinati ai videogiocatori.

Abbiamo avuto modo di vedere questi modelli esposti in varie edizioni del Computex di Taipei, ma solo recentemente Gigabyte ha scelto di aprire la vendita dei propri notebook anche al mercato italiano. La prima gamma di prodotti è destinata al segmento dei videogiocatori più appassionati, quello verso il quale si stanno rivolgendo molti produttori e che in considerazione del background di Gigabyte ha maggiormente senso per l’azienda. I modelli della famiglia P57 adottano componenti pensati proprio per questo target di utenti, incentrati sulle GPU NVIDIA di ultima generazione della famiglia Pascal, modelli GeForce GTX 1000.
Abbiamo avuto a disposizione il notebook P57X v6, soluzione che utilizza la GPU NVIDIA GeForce GTX 1070 abbinata ad un display da 17,3 pollici di diagonale e un processore Intel Core i7 con architettura quad core della famiglia Skylake. E’ questo un PC importante per dimensioni, con una finitura esterna che è molto più sobria di quanto tipicamente ci si attende da notebook gaming e da componenti interni che permettono sulla carta di ottenere prestazioni velocistiche molto elevate. Le principali caratteristiche tecniche sono riassunte nella seguente tabella.
Modello

Gigabyte P57X v6
CPU Intel Core i7-6700HQ
GPU NVIDIA GeForce GTX 1070
chipset Intel HM170
memoria 16GB DDR4-2133 (2x8GB)
schermo 17,3 pollici, 1920×1080 pixel
storage SSD 256GB (M.2)
storage HDD 1TB 7.200rpm
LAN Ethernet Gigabit, Realtek Gaming GBE
WI-Fi 802.11 ac
Intel Dual-Band Wireless-AC 8260
lettore ottico masterizzatore DVD
Bluetooth V.4.1+LE
webcam 1 Mpixel
lettore memoria SD (XC/HC)
HDMI 1, standard 2.0
Display Port si, mini-Display Port
VGA si
USB 3, standard 3.0
1 Type-C
dimensioni 421x290x28,6 mm
peso 3,2Kg
batteria 75,81Wh

Processore Intel Core i7 con architettura quad core, scheda video GeForce GTX 1070 di NVIDIA e un elevato quantitativo di memoria di sistema: sono queste le caratteristiche tecniche che fanno di P57X v6 un notebook adatto sicuramente all’utilizzo come soluzione per il gaming ma anche quale vera e propria workstation mobile. La potenza di calcolo a disposizione è molto utile per scenari di elaborazione complessi quali quelli legati ad esempio all’editing video, al rendering e in generale per quelle applicazioni che richiedono risorse di sistema elevate nel complesso.
Caratterizzato da dimensioni pari a 421x290x28,6 millimetri, Gigabyte P57X v6 è un notebook da gaming che mantiene uno spessore complessivamente contenuto se confrontato con quello di proposte simili destinate ai videogiocatori. La costruzione prevede un guscio esterno in materiale plastico, caratterizzato da una finitura gradevole al tatto e dalla buona resistenza complessiva. Mancano quei tipici elementi grafici che vengono utilizzati per meglio distinguere i notebook gaming dalle soluzioni tradizionali, con l’unica eccezione rappresentata dalla colorazione arancio della parte laterale delle cerniere del display che si sviluppa con una linea sottile lungo i due lati. Tendiamo a preferire un approccio di questo tipo, che permette di utilizzare questo notebook anche lontano dal mondo dei videogiocatori ad esempio quale workstation mobile di elevata potenza.

Il peso complessivo è di poco superiore a 3 Kg, un dato interessante in considerazione delle dimensioni complessive. A ostacolarne la trasportabilità l’alimentatore esterno, molto ingombrante vista la potenza richiesta e dal peso di poco inferiore a 1 Kg.
Lo schermo da 17,3 pollici ha risoluzione Full HD nell’esemplare messoci a disposizione da Gigabyte, una scelta che tende a privilegiare l’ottenimento di elevatissimi valori di frames al secondo rispetto a quanto sarebbe accessibile con risoluzione 4K pur considerando l’elevata potenza di calcolo della GPU NVIDIA GeForce GTX 1070. Lo storage locale è di tipo misto, approccio seguito da molti produttori di notebook per videogiocatori che possono sfruttare le elevate dimensioni di questi prodotti: una unità SSD da 256 Gbytes è indicata per l’installazione del sistema operativo e delle principali applicazioni, mentre l’hard disk da 1 Terabyte è ideale per lo storage dei dati personali e dei giochi.
Gigabyte ha optato per mettere a disposizione una connessione VGA in questo notebook, forse pensando ad un utilizzo in chiave business di P57X v6: molto spesso le sale meeting delle aziende sono ancora dotate di videoproiettori con la sola connessione VGA. Il connettore HDMI per display esterni è di tipo 2.0: permette quindi il collegamento anche con schermi dotati di risoluzione 4K a 60Hz di frequenza di refresh, proposte che possono venir sfruttate dalla GPU GeForce GTX 1070 anche selezionando impostazioni qualitative mediamente spinte grazie alla potenza di elaborazione complessiva di questo chip. Non manca ovviamente anche un connettore mini-Display Port, mentre per connettere periferiche esterne non mancano 3 porte USB in standard 3.0, oltre ad un connettore USB 3.1 Type-C
La tastiera, ovviamente con tasti ad isola e tastierino numerico laterale sulla destra, è dotata di funzionalità di retroilluminazione forzabile dall’utente o selezionabile in modalità automatica. La risposta nelle operazioni di digitazione è discreta: nessun problema di layout da segnalare ma la ridotta corsa dei tasti può risultare non gradevole a chi preferisce tastiere con una corsa dei tasti superiore. La risposta di una tastiera è in ogni caso un elemento soggettivo frutto di preferenze personali, alla quale in ogni caso ci si può facilmente adattare con l’uso. Il touchpad integrato ha invece una risposta complessivamente poco soddisfacente, soprattutto nelle operazioni multitouch, ma non dobbiamo dimenticare come un notebook da gaming verrà utilizzato per la maggiore in abbinamento ad un mouse.
Il lettore ottico integrato in questo notebook può venir facilmente rimosso e sostituito con un hard disk da 2,5, grazie ad un apposito bay fornito in dotazione. L’utente che non necessiti di un lettore ottico esterno può quindi espandere in misura considerevole la capacità di storage del notebook, optando per un hard disk meccanico o per un SSD da 2,5 pollici a seconda delle specifiche necessità d’utilizzo.
Il sistema di raffreddamento adottato prevede due ventole montate indicativamente all’altezza delle cerniere dello schermo, alle quali giungono delle heatpipes che sono poste a diretto contatto con CPU e GPU. In questo modo il calore prodotto da questi due componenti viene distribuito equamente tra i due radiatori montati alle spalle delle ventole, massimizzando l’efficienza di dissipazione complessiva a prescindere che sia la GPU o la CPU il componente portato a pieno carico nell’esecuzione di una specifica applicazione.
Il guscio posteriore del notebook può venir facilmente rimosso, dando accesso a tutti i componenti che possono venir aggiornati. Evidenziamo al centro, tra le due ventole, i due slot memoria per moduli So-Dimm, l’hard disk da 1 Terabyte fornito in dotazione, l’SSD in formato M.2, la batteria da oltre 75 Wh di capacità e il sistema di raffreddamento con due radiatori abbinati a ventole, verso i quali terminano le due heatpipes poste a contatto con processore e sottosistema video.

fonte: http://www.hwupgrade.it/articoli/portatili/4784/gigabytenbspp57x-v6-il-notebook-da-gaming-con-geforce-gtx-1070_index.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.© Tutto il materiale è di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari.