Kali Linux

home-kali-slider-1

Che cosa è Kali Linux?
Kali Linux è una distribuzione Linux avanzata per il Penetration Testing e Security Auditing.

Caratteristiche di Kali

Kali è una completa ricostruzione di BackTrack Linux, aderente completamente agli standard di sviluppo Debian. Sono state predisposte infrastrutture completamente nuove, tutti i tool sono stati revisionati e pacchettizzati, e utilizziamo Git come nostro VCS.

Kali presenta le seguenti caratteristiche:

  • è sviluppato dalla Offensive Security, pilastro portante del pentesting mondiale;
  • integra l’ambiente desktop GNOME, attualmente alla versione 3;
  • dispone di più di 600 tools;
  • è disponibile per architetture armel, armhf, i386, x86_64 e come immagine per macchina virtuale;

Più di 300 tool di penetration testing: Dopo aver revisionato ogni tool che è stato incluso in BackTrack, abbiamo eliminato un gran numero di tool che o non funzionavano oppure avevano altri tool disponibili che svolgevano funzioni similari.
Gratuita e sempre lo sarà: Kali Linux, come il suo predecessore, è completamente gratuita e sempre lo sarà. Non dovrete mai dover pagare per Kali Linux.
Open source Git tree: Siamo grandi fautori del software open source e l’accesso al nostro development tree è disponibile a tutti inoltre tutti i sorgenti sono disponibili per tutti coloro che vogliono personalizzare ed effettuare il rebuild dei pacchetti.
Aderente FHS: Kali è stato sviluppato per aderire allo Filesystem Hierarchy Standard, permettendo a tutti gli utenti Linux di localizzare facilmente i binari, file di supporto, librerie, etc.
Vasto supporto per dispositivi wireless: Abbiamo costruito Kali Linux per supportare il maggior numero di dispositivi wireless possibile, permettendogli di funzionare correttamente su una vasta varietà di hardware e rendendola compatibile con numerosi dispositivi wireless USB e di altro tipo.
Custom kernel patchato per l’injection: In qualità di penetration testers, i team di sviluppo spesso hanno l’esigenza di effettuare valutazioni sulle reti wifi, per questo motivo il nostro kernel include le ultime patch per l’injection.
Ambiente di sviluppo sicuro: Il team di Kali Linux è formato da un piccolo gruppo di persone degno di fiducia che hanno la facoltà di effettuare il commit di pacchetti e interagire con i repositories utilizzando diversi protocolli sicuri.
Pacchetti e repos firmati con GPG: Tutti i pacchetti Kali sono firmati individualmente da ogni sviluppatore quando vengono creati e ne viene fatto il commit, sono inoltre firmati anche dai repositories.
Multi-lingue: Anche se i tool di penetration testing tendono ad essere scritti in inglese, ci siamo assicurati che Kali abbia un reale supporto multilingue, permettendo a più utilizzatori di operare nella loro lingua madre e di localizzare i tool di cui hanno bisogno per i loro compiti.
Completamente personalizzabile: Capiamo perfettamente che non tutti saranno d’accordo con le nostre scelte di progettazione e per questo motivo abbiamo reso il più facile possibile, per i nostri utenti più avventurosi, personalizzare Kali Linux a loro piacimento, fino ad arrivare al kernel.
Supporto ARMEL e ARMHF: Poiché i sistemi basati su ARM stanno diventando sempre più diffusi ed economici, sapevamo che il supporto ARM per Kali doveva essere il più robusto possibile, in modo da dare luogo ad installazioni funzionanti sia per sistemi con ARMEL e ARMHF. Kali Linux ha repositories per ARM integrate con la distribuzione principale in modo che i tool per ARM saranno aggiornati unitamente con il resto della distribuzione. Kali è al momento disponibile per i seguenti dispositivi ARM:
rk3306 mk/ss808
Raspberry Pi
ODROID U2/X2
Samsung Chromebook
Kali è specificamente indirizzata al penetration testing e per questo motivo tutta la documentazione su questo sito presume una conoscenza pregressa dei sistemi operativi Linux.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.© Tutto il materiale è di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari.