Telegram

Telegram è un servizio di messaggistica istantanea basato su cloud ed erogato senza fini di lucro dalla società Telegram LLC. I client ufficiali di Telegram sono distribuiti come software libero per diverse piattaforme. Caratteristiche di Telegram sono la possibilità di stabilire conversazioni cifrate punto-punto, scambiare messaggi vocali, fotografie, video, stickers e file di qualsiasi tipo grandi fino a 1,5 GB.
Telegram è stato fondato nel 2013 dai fratelli Nikolai e Pavel Durov, i fondatori del social network russo VK. I fondatori hanno annunciato che la società Telegram LLC è un’organizzazione non a scopo di lucro non collegata a VK e con sede a Berlino. Nikolai ha creato il nuovo protocollo MTProto sul quale Telegram è basato mentre Pavel ha fornito sostegno finanziario e infrastrutture attraverso il suo fondo denominato Digital Fortress.
Il 24 febbraio 2014 Telegram è stato aggiunto su F-Droid.Il 24 marzo 2014 Telegram ha annunciato di aver raggiunto i 35 milioni di utenti attivi mensilmente e 15 milioni di utenti giornalieri, il 15 settembre 2015 c’erano 60 milioni di utenti attivi al mese.
Nel mese di febbraio 2016 si sono raggiunti i 100 milioni di utenti attivi mensili, 350.000 nuovi utenti al giorno e 15 miliardi di messaggi scambiati giornalmente.

Caratteristiche
I client ufficiali di Telegram sono software libero. Il codice sorgente della parte lato server invece non è stato rilasciato. Ciò significa che è possibile verificare l’efficacia del protocollo di comunicazione ma non è possibile fornire in proprio questo servizio di messaggistica (ad esempio da un proprio server).

I messaggi e l’utente
I messaggi inviati sono salvati sul cloud di Telegram, così da garantire la sincronizzazione istantanea. Il risultato consente all’utente di poter accedere ai messaggi da diversi dispositivi contemporaneamente, inclusi tablet e computer.
Quando si registra, l’utente può scegliere se permettere ad altri di cercare l’utente inserendo il nickname scelto durante la registrazione preceduto da @ nella barra di ricerca. Questa funzione facoltativa consente ad altri di cercare l’utente su telegram senza conoscere necessariamente il suo numero di telefono.
Dalla versione 3.9, i messaggi inviati si possono modificare fino a due giorni dall’invio.

Le chat

Un invito a partecipare ad una chat segreta.
Le chat sono di due tipi:

Chat classiche: la chat utilizza una cifratura client-server, ovvero è cifrata dal dispositivo fino ai server di Telegram e viceversa. Quindi la conversazione rimane in chiaro sui server di Telegram per poter essere sincronizzata fra più dispositivi (es. smartphone, tablet, PC). La chat classica permette l’invio di messaggi di testo, messaggi vocali, messaggi video, posizione gps attuale, coordinate gps sulla mappa, contatti e qualsiasi tipo di file di dimensione massima di 1,5 GB.

Chat segrete: la chat utilizza una cifratura end-to-end (o detta punto-punto), ossia è cifrata fra i due dispositivi coinvolti nella conversazione. Di conseguenza la conversazione non rimane in chiaro sui server di Telegram. Se da un lato queste conversazioni sono notevolmente più sicure dal punto di vista della privacy, da un lato occorre sapere che di conseguenza la chat non può essere sincronizzata fra più dispositivi ma si può vedere solo dal dispositivo dal quale si è iniziata. Le chat segrete utilizzano lo scambio di chiavi Diffie-Hellman. Nelle chat segrete si può impostare un “timer di autodistruzione”, ossia un determinato intervallo di tempo per cui un messaggio, dopo che è stato visto dal destinatario, viene cancellato. Le chat segrete attualmente non funzionano sulla versione Web e quella per PC di Telegram.
Gruppi e Supergruppi
I gruppi possono contenere fino a 200 membri e solo gli admin possono aggiungere utenti o bot (è comunque possibile far sì che tutti i membri siano admin), modificare la foto e il nome del gruppo. I supergruppi hanno una capienza di 5000 persone. Ogni gruppo può essere convertito a supergruppo in ogni momento, viceversa non è permesso il contrario. Nel supergruppo i nuovi membri possono vedere tutta la cronologia dei messaggi e la stessa è condivisa per tutti gli utenti, di conseguenza i messaggi cancellati dall’utente stesso o da un admin scompaiono anche per tutti gli altri (gli admin possono eliminare tutti i messaggi, gli utenti solo i propri), inoltre è possibile modificare i propri messaggi. Di default è impostata la modalità “mute” e di conseguenza i messaggi non mandano notifiche, ed esclusione di quelle inviate agli utenti che vengono taggati, che ricevono una risposta ad un proprio messaggio o i messaggi fissati. Non è presente l’indicazione dei membri in linea sotto il nome del supergruppo e la lista degli utenti è ordinata per l’ultima attività piuttosto che per l’ultimo accesso.

Canali
I Canali, nati a settembre 2015, sono chat in cui chiunque sia amministratore può inviare messaggi agli iscritti, anche se questi ultimi per ora non possono rispondere né commentare. Un canale può contenere un numero illimitato di iscritti e può essere pubblico o privato; al canale pubblico si può associare un indirizzo link e un username, ricercabile dalla funzione di ricerca dell’app.

Bot
Da giugno 2015 Telegram ha introdotto una piattaforma per permettere, a sviluppatori terzi, di creare i Bot. I Bot sono degli account Telegram, gestiti da un programma, che offrono molteplici funzionalità con risposte immediate e completamente automatizzate.

Dal 4 gennaio 2016 è disponibile una nuova modalità inline per i bot, che permette di utilizzare queste funzionalità semplicemente citandolo con il carattere @ in qualsiasi chat o gruppo.

I bot inline ufficiali sono i seguenti:

@Gif – Per cercare e mandare GIF;
@Vid – Per condividere video da YouTube;
@Bing – Per condividere immagini con Bing;
@Pic – Per condividere immagini con Yandex;
@Wiki – Per condividere voci di Wikipedia in tutte le lingue;
@Imdb – Per condividere informazioni sui film;
@Bold – Per formattare del testo.
In seguito sono stati indrodotti altri inline bot, @youtube, @music, @foursquare e @sticker.

Per creare e gestire i propri bot è stato creato Botfather (@BotFather).

Sticker
Gli Sticker (o adesivi) sono immagini ad alta definizione salvate sul Cloud. Hanno lo scopo di rendere più espressive e convincenti le emoji e i messaggi. Gli Sticker sono raggruppati nei cosiddetti “set” che si possono aggiungere alla propria libreria tramite un link che può essere reperito dal web, da siti non ufficiali, oppure direttamente dall’applicazione stessa. Telegram offre un pacchetto di Sticker preinstallato, con la possibilità per gli utenti di crearne altri tramite il bot ufficiale @stickers.
Architettura
Le API di Telegram
Le API di Telegram disponibili per gli sviluppatori indipendenti, ci sono le API per creare i bot e quelle per creare versioni alternative del client Telegram; entrambe sono gratis.[33] Per esempio, Plus Messenger è un client alternativo che usa le API di Telegram. Di recente è stata introdotta la cosiddetta API 2.0 per sviluppare Bot su Telegram, che ha introdotto nuove funzionalità.

fonte: it.wikipedia.org

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.© Tutto il materiale è di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari.