WhatsApp estende il supporto per alcuni vecchi dispositivi

Buone notizie per chi possiede ancora un dispositivo Nokia S40, Symbian S60 o un BlackBerry con installato il proprietario BB OS, inclusa la versione BB10. WhatsApp ha infatti aggiornato la pagina in cui annunciava la cessazione del supporto dei dispositivi più vecchi ufficializzando un’estensione delle tempistiche per le vecchie piattaforme mobile fino al prossimo 30 giugno 2017.

Non sono stati annunciati cambiamenti per i dispositivi con Android 2.3 Gingerbread o precedenti, Windows Phone 7 o iOS 6 o precedenti. Su questi terminali WhatsApp cesserà di funzionare alla fine del 2016, salvo ulteriori cambi nei programmi ufficializzati dalla compagnia nella settimana in cui celebrava il settimo anno dal debbutto: “È stato un viaggio sorprendente e nei prossimi mesi metteremo ancora più enfasi sulle funzioni di sicurezza e su ulteriori modi per rimanere in contatto con le persone che vi stanno a cuore”, si legge sulla pagina ufficiale.

“Ma gli anniversari sono anche l’occasione per guardare al passato. Quando abbiamo iniziato WhatsApp nel 2009, l’uso dei dispositivi mobili era molto diverso da quello di oggi. L’App Store di Apple aveva solo pochi mesi di vita. Circa il 70 per cento degli smartphone venduti all’epoca aveva i sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia. I sistemi operativi mobili offerti da Google, Apple e Microsoft erano allora presenti su meno del 25 per cento dei dispositivi mobili venduti”.

WhatsApp Messenger cesserà quindi di funzionare il 31 giugno 2017 sulle piattaforme BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60 mentre a fine 2016 sui dispositivi Android 2.1 e 2.2, Windows Phone 7 e iPhone 3GS o iPhone generici dotati di iOS 6.

L’obiettivo è quello di concentrare gli sforzi sulle piattaforme mobili utilizzate dalla “stragrande maggioranza delle persone”. Sarà improbabile pertanto vedere una versione Lite dell’applicazione funzionante su virtualmente tutti i dispositivi in circolazione, proprio come quella lanciata da Facebook. La percentuale dei dispositivi coinvolti nel “taglio” è comunque irrisoria: WhatsApp ha dalla sua oltre 1 miliardo di utenti attivi sul servizio, quindi può sopportare senza troppi problemi una perdita di pochi milioni, che saranno costretti ad aggiornare entro fine anno, o fine giugno 2017, se vorranno continuare ad utilizzare la piattaforma di messaggistica più popolare al mondo

fonte: http://www.hwupgrade.it/news/telefonia/whatsapp-estende-il-supporto-per-alcuni-vecchi-dispositivi-fino-al-giugno-2017_66050.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.© Tutto il materiale è di proprietà e il copyright dei rispettivi proprietari.